Questo sito contribuisce alla audience di

De Sànctis, Gaetano

storico dell'antichità italiano (Roma 1870-1957). Nel 1900 divenne professore ordinario di storia antica all'Università di Torino; dal 1929 passò a Roma. Nel 1931 venne deposto dall'incarico per avere rifiutato il giuramento al fascismo, ma venne reintegrato a vita nel 1944. Dal 1947 al 1954 fu presidente dell'Enciclopedia Italiana Treccani e nel 1950 fu nominato senatore a vita della Repubblica. La sua indagine, caratterizzata da una vasta cultura e da una seria preparazione scientifica, si è ispirata a una visione “catartica” della storia, decisamente contraria al materialismo e al determinismo. Tra le sue opere si ricordano: Storia della repubblica ateniese (1898), Per la scienza dell'antichità: saggi e polemiche (1909), Problemi di storia antica (1932), Storia dei Greci (1939), Storia dei Romani (7 tomi, 1907-1964), Pericle (1944), Studi di storia della storiografia greca (1951), Scritti minori, pubblicati postumi (1966 e seguenti).

Media


Non sono presenti media correlati