Questo sito contribuisce alla audience di

Delavigne, Casimir

poeta e drammaturgo francese (Le Havre 1793-Lione 1843). Divenne assai famoso con una raccolta di versi d'ispirazione nazionale e patriottica, Les Messéniennes (1818), che per la novità dei contenuti sembrarono preludere alla nascita di una poetica nuova. Analogamente, nel dramma Les vêpres siciliennes, rappresentato con enorme successo nel 1819, erano contenuti i germi di rottura con la tradizione dei soggetti d'ispirazione greco-romana, senza che vi fosse peraltro un vero rinnovamento di forme e concezioni. Autore di transizione, Delavigne produsse ancora Le Paria (1821), Marino Faliero (1829), Les fils d'Edouard (1833), La fille du Cid (1840) e infine, col fratello Germain, il libretto Charles VI (1843) per l'opera di Halévy, quando ormai il teatro romantico aveva oscurato la sua fama.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti