Questo sito contribuisce alla audience di

Delvaux, André

regista cinematografico belga (Lovanio 1926-Valencia 2002). Di vasti interessi (letteratura neerlandese, filologia germanica, musica, arti figurative), traspose sullo schermo un mondo surrealista intessuto di realtà e di sogno, come quello dei pittori belgi Magritte e P. Delvaux. Si rivelò con L'homme au crâne rasé (1966), ma ebbe più larga risonanza con Una sera, un treno... (1968) e Rendez-vous à Bray (1971). Altri film da ricordare sono Belle (1973), Femme entre chien et loup (1979), Benvenuta (1983), L'opera al nero (1988), tratto dall'omonimo romanzo di M. Yourcenar.

Media


Non sono presenti media correlati