Questo sito contribuisce alla audience di

Deschamps, Eustache

poeta francese (Vertus, Champagne, 1346-? ca. 1406). Discepolo e forse parente di Machaut, compì studi di diritto e ricoprì numerose cariche al servizio della casa di Orléans. La sua opera, che alterna i toni della satira alle preoccupazioni civili e ai temi di circostanza, consta di qualche centinaio di rondeaux, di un migliaio di ballate, di un lungo poema incompiuto, Le miroir du mariage (Lo specchio del matrimonio) che s'inserisce nella polemica antifemminista aperta da Jean de Meung, di un trattato di versificazione, L'art de dicter (1392), e infine della farsa di Maître Trubert et Antrongnart, divertimento in versi non destinato alla rappresentazione.

Media


Non sono presenti media correlati