Questo sito contribuisce alla audience di

Desmomiari

sm. pl. [da desmo-+greco mys, muscolo]. Ordine (Desmomyaria) di Tunicati della classe Taliacei, detti anche Salpidi, comprendenti specie marine solitarie o coloniali planctoniche caratterizzate dalla forma del corpo cilindrica e dalla presenza di due sole fenditure branchiali e di muscoli a forma di anelli incompleti in quanto si interrompono nella regione ventrale. I generi principali sono Salpa, Thalia e Cyclosalpa, presenti anche nel Mediterraneo. Anche in questo ordine, così come nei Ciclomiarii, vi è alternanza di generazioni sessuate e asessuate (metagenesi). Le due generazioni sono molto diverse, tanto che alcuni zoologi, nel passato, classificarono come specie differenti individui di generazioni diverse della stessa specie. Dall'uovo fecondato si origina un oozooide solitario provvisto di uno stolone, ma privo di gonadi. Dall'oozooide, per gemmazione si formano blastozoidi, che si distaccano dall'oozooide formando catene di salpe lunghe anche diversi metri. Dopo un certo periodo di tempo la catena di salpe si separa, dando origine a singole salpe sessuate, le quali produrranno nuovi oozooidi. Altra particolarità del gruppo è la presenza di una struttura placentare attraverso cui viene nutrito l'embrione in formazione. I Salpidi non hanno stadi larvali liberi, poichè l'intera fase larvale viene trascorsa nel corpo materno; completato lo sviluppo il giovane oozooide cade nella cavità atriale e viene espulso all'esterno.

Media


Non sono presenti media correlati