Questo sito contribuisce alla audience di

Didóne abbandonata

melodramma in tre atti di P. Metastasio, rappresentato per la prima volta a Napoli nel 1724, con la musica di Domenico Sarro e con l'interpretazione di Marianna Bulgarelli, che aveva ispirato il poeta. Modellato sul racconto virgiliano, il melodramma è caratterizzato dal contrasto tra la materia eroica e l'ispirazione idillica, personificata in Didone. Il libretto ebbe larga fortuna e ispirò successivamente molti altri compositori: tre volte N. N. Jommelli (Roma, 1746; Vienna, 1749; Stoccarda, 1763), quindi T. Traetta (1757), J. Schuster (1776), P. A. Guglielmi (1785), G. Paisiello (1794), F. Paër (1811), K. G. Reissiger (1823) e S. Mercadante (1823).

Media


Non sono presenti media correlati