Questo sito contribuisce alla audience di

Dionigi

(Diniz), re del Portogallo (Lisbona 1261-Santarém 1325). Diede il massimo impulso all'economia agricola del Paese, guadagnandosi l'epiteto di “rei lavrador” (re contadino), bonificando paludi e piantando alberi (materia prima della futura flotta oceanica). Favorì lo sfruttamento minerario, i commerci, alleggerì i gravami fiscali, fondò centri portoghesi di scambi nelle Fiandre, sviluppò la marina, rafforzò le difese. Uomo di cultura e buon poeta (figura fra i migliori trovatori dei Canzonieri), creò a Lisbona uno Studio Generale, embrione dell'Università (1290) poi trasferito a Coimbra (1308); promotore delle arti, gli si deve fra l'altro lo splendido “chiostro del silenzio” del famoso monastero di Alcobaça, epicentro culturale del Medioevo portoghese.

Media


Non sono presenti media correlati