Questo sito contribuisce alla audience di

Dioscùride

(greco Dioskurídēs), incisore greco di gemme e cammei attivo a Roma fra la fine dell'età repubblicana e gli inizi di quella augustea. Citato da Plinio e Svetonio, appartiene al nutrito gruppo di artisti greci che portarono a Roma la cultura ellenistica, fondendola con quella locale. Fra le opere che gli sono state attribuite vanno ricordati la cosiddetta Gemma augustea in onice (fine del sec. I a. C.; Vienna, Kunsthistorisches Museum); i due ritratti di Augusto (quello Strozzi, Londra, British Museum; e quello Evans, New York, Metropolitan Museum); la corniola con il cosiddetto Grand Camée (Parigi, Bibliothèque Nationale, Cabinet des Médailles).

Media


Non sono presenti media correlati