Questo sito contribuisce alla audience di

Dnepr

Guarda l'indice

Generalità

Fiume (lunghezza 2201 km; bacino 504.000 km²) dell'Europa orientale, tributario del Mar Nero. Nasce a 220 m s.m. dal Rialto dei Valdaj poco a SW di Ržev (Russia) e dopo aver bagnato Smolensk, attraversa il settore orientale della Bielorussia passando per Mahilëu; entra quindi in Ucraina e, dopo aver bagnato Kiev, Cherkasy, Kremenchuk, Dneprodzerzhyns'k, Dnipropetrovs'k, Zaporizhzhia, Nikopol e Kherson, sfocia nel liman omonimo (Mar Nero). Suoi principali affluenti sono i fiumi Sož, Desna e Samara (da sinistra), Beresina, Pripjat e Ingulec (da destra). Interamente navigabile da aprile a dicembre, è un'importante via di comunicazione, essendo collegato col fiume Bug tramite il canale Bug-Dnepr, col fiume Neman (Nemunas) tramite il canale di Oginsk, e con la Dvina Occidentale tramite il canale Beresina. Il suo corso è stato sbarrato da numerose dighe, con formazione di vasti bacini (Kyivs'ke, Kremenchuts'ke, Dniprodzerzhyns'ke, Kanivs'ke, Kakhovs'ke) che si susseguono ininterrotti per ca. 800 km, utilizzati a scopi irrigui e per la produzione di energia elettrica (quasi il 10% della produzione elettrica ucraina). Alcuni depositi sulle rive del Dnepr sono stati scelti come località tipo per indicare la glaciazione pleistocenica di Dnepr/Samarovo. In ucraino, Dnipro.

Storia

Nominato già da Erodoto nel V sec. a. C. come Borysthenes, i romani lo chiamarono Danaper. Sulle sue rive ebbe luogo il 1º ottobre 1788 una battaglia tra Russi e Turchi, vinta dai primi al comando di Suvorov. Ben più importanti le battaglie svoltesi durante la seconda guerra mondiale, tra luglio e settembre del 1941 quando i Tedeschi decisero di sfondare la “linea Stalin”, parzialmente appoggiata al fiume. Nonostante l'accanita difesa delle forze russe del generale Budënnyi, i Tedeschi occuparono Kiev (19 settembre) e poi l'intera Ucraina. Tra il settembre 1943 e il febbraio 1944 le truppe sovietiche del generale Žukov liberavano Kiev (6 novembre) e tentavano l'accerchiamento delle armate nemiche costringendole a ritirarsi sul Bug.