Questo sito contribuisce alla audience di

Dodecanèso

(Dōdekánēsos). Provincia (nomós) della Grecia insulare, nella regione Egeo Meridionale, 2714 km², 192.714 ab. (stima 2005), 71 ab./km², capoluogo Rodi.

L'arcipelago (il suo nome significa 'dodici isole') si trova nel Mar Egeo, presso la costa sudoccidentale della Turchia. Comprende le isole di Rodi (la maggiore), Coo, Scarpanto, Cálino, Stampália, Caso, Píscopi, Simi, Lero, Nisiro, Patmo, Calchi, Lisso, Gaidaro, Castelrosso, Alinnia, Lévitha, Arkói e altre minori delle Sporadi Meridionali. Separate dalle isole Foúrnoi e Nicaria a N tramite il canale di Nicaria e da Creta a SW tramite lo stretto di Caso, le isole del Dodecaneso sono quasi tutte montuose (1215 m a Scarpanto) e povere di acqua. L'agricoltura, l'allevamento ovino e la pesca sono le principali attività economiche degli abitanti. Molto diffuso è l'artigianato delle ceramiche. Sviluppato il turismo. § Il Dodecaneso godette di amministrazione autonoma sotto il dominio turco. Liberato con la Rivoluzione del 1821, fu poi reso alla Turchia in cambio dell'Eubea. Durante la guerra italo-turca fu conquistato dall'Italia (1912), che lo mantenne fino al 1945. Nel 1947 è stata sancita la sua unione con la Grecia.

. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->