Questo sito contribuisce alla audience di

Dollfuss, Engelbert

statista austriaco (Texing, Bassa Austria, 1892-Vienna 1934). Laureato in legge ed economia, dirigente di organizzazioni contadine ed esponente del Partito cristiano-sociale, divenne ministro dell'Agricoltura nel 1931 e cancelliere nel 1932. Sfidando i nazionalisti, bloccò le tendenze all'Anschluss ma, a partire dal marzo 1933, instaurò un regime sempre più autoritario, le cui tappe cruciali furono l'intesa con l'Italia di Mussolini (Convegno di Riccione, agosto 1933), e l'adozione (maggio 1934) di una Costituzione di tipo corporativo e di ispirazione clericale, che sanzionò il monopolio politico del Fronte patriottico costituito nel 1933. Indebolito dalle crescenti pressioni tedesche e degli ammiratori interni di Hitler, Dollfuss tentò di resistere ma finì assassinato il 25 luglio 1934, nella stessa cancelleria, per mano di un “commando” nazista.

Media


Non sono presenti media correlati