Questo sito contribuisce alla audience di

Donner, Jörn

regista cinematografico finlandese (Helsinki 1933). Giornalista e scrittore, autore di una monografia sul regista I. Bergman (Il volto del diavolo), esordì in patria nel cortometraggio. In Svezia diresse Harriet Andersson in Una domenica di settembre (1963, premio Opera Prima alla Mostra di Venezia) e in Amare (1964). Con la stessa attrice girò altri tre film in Finlandia, dove nel 1967 ha fondato una casa di produzione. Nel 1978 è tornato alla regia con Gli uomini non si possono violentare, decisa presa di posizione contro le sopraffazioni della società maschilista.