Questo sito contribuisce alla audience di

Dossétti, Giusèppe

uomo politico e sacerdote italiano (Genova 1913-Monteveglio, Bologna, 1996). Ordinario di diritto ecclesiastico all'Università di Modena, entrato nel Consiglio Nazionale della Democrazia Cristiana, nel 1946 fu eletto alla Costituente. Attorno alla rivista da lui diretta, Cronache Sociali, si raccolse un gruppo di giovani intellettuali cattolici, contrari alla linea politica di De Gasperi e desiderosi di rinnovare le strutture sociali ed economiche del Paese in base ai principi della dottrina cristiana. Deputato nel 1948, quattro anni più tardi, deluso della situazione politica, si dimise dalla carica e nel 1958 lasciò definitivamente la vita politica, prendendo i voti sacerdotali.

Media


Non sono presenti media correlati