Questo sito contribuisce alla audience di

Dragóne (astronomia)

(latino Draco-ōnis, greco Drákōn; abbreviazione Dra), estesa costellazionecircumpolare, compresa fra 9h e 21h di ascensione retta e fra +50º e +85º di declinazione, detta anche Drago. Comprende il polo nord dell'eclittica, situato in prossimità della notevole nebulosa planetaria NGC 6543 (magnitudine 8m,8) facilmente visibile con strumenti modesti. La costellazione si avvolge attorno al polo celeste e, oltre alle sei o sette stelle più cospicue, annovera doppie interessanti quali la μ Dra, facilmente risolubile in una doppia fisica di 5m,8. La distanza di questo sistema è di 70 al e il suo periodo di 1922 anni; e la ν Dra con componenti bianca-gialla del tipo F presolare (magnitudine 4m,9 e 5m,2) poste alla distanza di 68 al. Sul bordo meridionale, al limite con la costellazione di Boote, si trova la pulsar HP 1506, residuo di un'antica supernova, con periodo di 0,7 s. La stella più brillante è γ Dra, detta Eltanin (Testa del Drago), di magnitudine 1m,2 distante 112 al. La α Dra, o Thuban (Drago), raggiunge solo la 3m,6 e dista 220 al. Essa, a causa della precessione dell'asse terrestre, funse da polare nell'antichità.

Media


Non sono presenti media correlati