Questo sito contribuisce alla audience di

Duìlio, Gàio

(latino Gaíus Duilíus), console romano. Nel 260 a. C., durante la I guerra punica, dopo aver liberato Segesta dall'assedio del cartaginese Amilcare, riportò, nelle acque di Milazzo, una grande vittoria sui Cartaginesi grazie ai cosiddetti corvi, grandi artigli con cui agganciò le navi nemiche, rendendo possibile il combattimento corpo a corpo. Con i rostri che prese al nemico, adornò poi una colonna innalzata nel Foro romano presso la tribuna da cui parlavano gli oratori. Nel 231 a. C. ebbe la carica di dittatore.