Questo sito contribuisce alla audience di

Dulac, Germaine

nome d'arte della cineasta francese G. Saisset-Schneider (Asnières 1882-Parigi 1942). Regista e produttrice indipendente dal 1916, teorica del cinema puro e integrale, del film come sinfonia visiva, anticipò l'avanguardia degli anni Venti, di cui fu illustre rappresentante in La fête espagnole (1919, scenario di L. Delluc), La souriante Madame Beudet (1923, forse il suo capolavoro) e La coquille et le clergyman (1928, scenario di A. Artaud). Nel primo decennio sonoro si volse al cinegiornale con la serie delle France Actualités.