Questo sito contribuisce alla audience di

Dullin, Charles

direttore, regista teatrale, attore teatrale e cinematografico francese (Yenne, Savoie, 1885-Parigi 1949). Fu con J. Copeau, F. Gémier e G. Baty, poi fondò (1922) il teatro dell'Atelier, dove rimase per 18 stagioni, imponendosi come uno dei rinnovatori della scena francese. All'Atelier Dullin presentò un vasto repertorio classico e moderno, che comprese fra l'altro Pirandello, da lui fatto conoscere a Parigi (Il piacere dell'onestà, 1922), B. Jonson, Shakespeare, Balzac, Molière. Lasciato l'Atelier, Dullin allestì fra l'altro Le mosche di Sartre. Tra i suoi molti discepoli vi furono J.-L. Barrault e J. Vilar. Anche la moglie Marcelle Jeanniot (pseudonimo Francine Mars) fu notevole attrice.

Media


Non sono presenti media correlati