Questo sito contribuisce alla audience di

EGF

sigla di Epidermal Growth Factor (Fattore di accrescimento delle cellule epidermiche). L'EGF è una piccola proteina con peso molecolare 6045, dotata di attività ormonale, prodotta dal tessuto epiteliale e secreta nel sangue alla concentrazione di ca. 1 mg/l nei Mammiferi. L'azione dell'EGF è quella di stimolare la proliferazione del tessuto epiteliale, sia nella cute sia nelle mucose e nelle ghiandole a secrezione esterna. Nel topo l'EGF è depositato, nella forma di una proteina precursore ad alto peso molecolare, in vari tessuti, tra i quali la ghiandola salivare sottomascellare dove può rappresentare fino allo 0,5% delle proteine totali: ed è proprio in questa ghiandola che l'EGF fu isolato nel 1962. La concentrazione di EGF nel sangue è regolata da diversi fattori, non tutti noti; un ruolo specifico sarebbe svolto dalle catecolammine circolanti che ne stimolano la secrezione. L'EGF si lega a un recettore specifico sulla membrana delle cellule epiteliali, nelle quali stimola l'aumento del metabolismo del glucosio, la sintesi di acidi nucleici e proteine, e infine la proliferazione cellulare. L'EGF, insieme con gli altri fattori di crescita noti, è implicato nei processi rigenerativi cellulari quali la crescita, la differenziazione e la guarigione delle ferite; è stato inoltre proposto un ruolo dell'EGF nei processi proliferativi patologici, come per esempio le displasie e le neoplasie.

Media


Non sono presenti media correlati