Questo sito contribuisce alla audience di

Ebrèi, Provìncia autònoma degli-

(Evrejskaja avtonomnaja oblast’). Provincia della Russia orientale, 36.000 km², 186.541 ab. (stima 2006), 5 ab./km², capoluogo: Birobidžan. Confini: provincia di Amur, Territorio di Habarovsk; Cina (S).

La provincia si estende nella Siberia sudorientale, tra il fiume Amur a S e i monti della Bureja a N. Il territorio, nella sua parte montagnosa, è ricco di grotte carsiche (le più note: Glubokaja, Pesečnaja, Koridornaja e Ledovaja). Le foreste occupano il 40% della superficie totale. Il clima è di tipo monsonico. La popolazione è composta per la maggioranza da russi, mentre gli ebrei rappresentano appena l'1,22% (anche se è probabile che molti non abbiano dichiarato la propria appartenenza durante il censimento del 2002). L'agricoltura (grano, soia, meloni, ortaggi e grano saraceno) è uno dei settori trainanti dell'economia, grazie al terreno particolarmente fertile del territorio. Altre importanti risorse economiche per gli abitanti sono l'allevamento, lo sfruttamento forestale e del sottosuolo (carbone a Birskoj e Ušmunskoe, oro, stagno, ferro, grafite, brucite) e l'industria del legno e della carta. È in fase di progettazione un ponte che dovrebbe collegare la provincia con la città di Tongjiang in Cina. Il capoluogo è situato lungo la ferrovia Transiberiana. § Negli primi anni Venti del Novecento i primi tentativi di creare delle colonie ebraiche in Crimea, in Ucraina e nel Territorio di Stavropol furono di scarso successo a causa della mancanza di terre sufficienti. Nel 1929 il territorio dell'odierna provincia fu dichiarato idoneo e una parte di esso fu assegnato alle minoranze ebraiche. Nel 1934 nacque il Distretto Nazionale Ebraico, che nel 1991 ottenne lo status di Provincia autonoma, indipendente dal Territorio di Habarovsk di cui faceva parte.

Media


Non sono presenti media correlati