Questo sito contribuisce alla audience di

Eisner, Kurt

uomo politico tedesco (Berlino 1867-Monaco 1919). Esponente del Partito Socialdemocratico Tedesco, collaboratore, tra altri giornali, del Vorwärts!, fu membro della direzione socialista; dopo il 1905, passò agli Indipendenti (USPD). Capeggiò i moti pacifisti di Berlino (gennaio 1918), incorrendo in un processo per alto tradimento (aveva incitato i lavoratori dell'industria bellica allo sciopero) e fu tra i fondatori dei consigli degli operai e dei soldati di Monaco, che proclamarono la Repubblica autonoma di Baviera (novembre 1918). Tre mesi dopo perì in un attentato per mano di uno studente nazionalista, contrariato dalla politica possibilista di Eisner che intendeva stabilire rapporti d'amicizia con Clemenceau e che incolpava la Germania d'aver causato lo scoppio della guerra.

Media


Non sono presenti media correlati