Questo sito contribuisce alla audience di

Ekman, Kerstin

scrittrice svedese (Risinge 1933). Dopo un inizio come autrice di romanzi polizieschi, a partire dagli anni Settanta del sec. XX si è guadagnata l'attenzione del movimento femminista e della sinistra con una serie di romanzi dedicati alla condizione femminile, attraverso il racconto di diverse generazioni di donne nella Svezia del sec. XX (I cerchi delle streghe, 1974; La casa degli angeli, 1979; Città di luce, 1983; Signori miei,1986; I briganti del bosco di Skule, 1988; La donna del lanciatore di coltelli, 1990; Accadde vicino all’acqua, 1993; Rendimi ancora viva, 1996). Una delle poche donne ammesse a far parte dell'Accademia Svedese, ne è uscita clamorosamente nel 1989 in seguito al caso Salman Rushdie, ritenendo l'istituzione colpevole di non aver preso una posizione decisa contro la persecuzione dello scrittore. Nel 1999 la Ekman ha pubblicato La caccia (1999), giallo ambientato nella natura suggestiva e incontaminata di un villaggio del Nord della Svezia.

Media


Non sono presenti media correlati