Questo sito contribuisce alla audience di

Eldorado

così era identificato il mito dell'uomo d'oro (El Dorado), diffuso fra i primi conquistadores spagnoli del continente sudamericano e quindi nell'Europa del Cinquecento: voci raccolte fra gli Indios Chibcha favoleggiavano di un cacique di Guatavita (Colombia attuale), il quale s'immergeva più volte l'anno in una laguna, per fare un'offerta rituale, col corpo cosparso di resina impastata di polvere d'oro. La conquista di Guatavita, povero villaggio di 150 abitanti, non portò alla scoperta di nessun “uomo d'oro”; ma la fantasia e l'avidità dei conquistadores rifiutarono di accettare la realtà e l'Eldorado venne cercato a lungo e dovunque, e sotto diverse forme (un capo indigeno, una valle, una città, un lago, un paese meraviglioso chiamato da qualche cronista Omagua), costituendo uno dei miti più singolari e duraturi. § Il termine è entrato nel linguaggio comune, nel significato estensivo di luogo di abbondanza e di ricchezze favolose.

Media


Non sono presenti media correlati