Questo sito contribuisce alla audience di

Elssler, Fanny

(Franziska), ballerina austriaca (Vienna 1810-1884). Si formò a Vienna dove conobbe i primi successi. Nel 1824 soggiornò a Napoli, arricchendo il suo fortissimo temperamento drammatico di considerevoli acquisti mimici. Gautier la definì “danzatrice pagana”, in contrapposizione alla rivale Taglioni, “danzatrice cristiana”. La Elssler rivalutò la danza terre-à-terre con un taqueté formato di piccoli passi veloci ed energici. Divenne celebre per la sua cachucha, coreografata da J. Coralli nel 1836 per Le diable boiteux. Danzò in tutti i maggiori teatri del mondo e compì una lunghissima tournée in America che toccò anche L'Avana. Diede l'addio alle scene il 21 giugno 1851 a Vienna con il Faust di Perrot. Fu a lungo al suo fianco la sorella Thérèse (Vienna 1808-Merano 1878), ballerina e coreografa.

Media


Non sono presenti media correlati