Questo sito contribuisce alla audience di

Elvèzi

(latino Helvetíi), popolo celtico, trasmigrato, verso il 200 a. C., dalla Germania meridionale nella Svizzera settentrionale, donde, nel 107, seguì in parte i Cimbri e i Teutoni nell'invasione nella zona degli Allobrogi in Gallia. Nel 58 a. C. gli Elvezi si mossero ancora, e questa volta in massa, verso la Gallia, ma Cesare li respinse a Bibratte. In età imperiale conobbero un lungo periodo di prosperità. Dal sec. III si trovarono esposti agli attacchi degli Alemanni, cui si aggiunsero nel sec. V i Burgundi che li sottomisero, conquistando la capitale Aventicum (odierna Avenches).

Media


Non sono presenti media correlati