Questo sito contribuisce alla audience di

Emanuèle I

re del Portogallo, detto il Fortunato (Alcochete 1469-Lisbona 1521). Figlio adottivo di Giovanni II, gli succedette nel 1495, seguendone tutte le direttive politiche. Sotto di lui il Paese conobbe un periodo di splendore per le grandi scoperte geografiche (India, Brasile), le ingenti ricchezze ricavate da esse e la mirabile rinascita delle lettere e delle arti. Unificò le leggi del Paese nelle Ordenaçôes manuelinas (1521) e fece una politica estera su scala non più europea ma mondiale. Nel 1496 ordinò l'espulsione degli ebrei non convertiti.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti