Questo sito contribuisce alla audience di

Ems (località)

Guarda l'indice

nome usato in passato per Bad Ems, cittadina e stazione termale della Germania nella Renania-Palatinato.

Congresso di Ems

Incontro promosso dagli arcivescovi di Magonza, Treviri, Colonia e Salisburgo nel 1786; costituì uno dei principali tentativi di organizzare una Chiesa cattolica tedesca nazionale, secondo il programma del febronianesimo. Il suo esito immediato fu la stesura della Puntazione di Ems (25 agosto 1786), un documento in cui erano riassunte le rivendicazioni antipapali e le proposte di riforma ecclesiastica avanzate dai congressisti. La questione fu portata davanti alla Dieta imperiale di Ratisbona (1788) e incontrò la resistenza dei vescovi austriaci, timorosi di uno scisma da Roma. I vescovi tedeschi insistettero nel loro proposito, ma la secolarizzazione degli elettorati ecclesiastici da parte degli occupanti francesi fece tramontare ogni possibilità di realizzazione.

Telegramma di Ems

Così è noto il telegramma inviato il 13 luglio 1870 da Guglielmo I di Prussia, che si trovava ai bagni di Ems, a Bismarck per informarlo della visita dell'ambasciatore francese Benedetti. Il ministro prussiano aveva manovrato per insediare sul trono spagnolo (dove si era verificata una crisi dinastica) il principe Leopoldo di Hohenzollern-Sigmaringen, nell'intento di provocare la reazione della Francia, che si sarebbe sentita accerchiata, e causare la guerra. Napoleone III, nonostante la rinuncia di Leopoldo, pretese da Guglielmo I per bocca dell'ambasciatore Benedetti un'assicurazione formale anche per il futuro. Il re di Prussia rifiutò di ricevere l'ambasciatore e comunicò telegraficamente l'accaduto a Bismarck che rese pubblico, modificandolo offensivamente per la Francia, il testo del telegramma, costringendo così Napoleone III a dichiarare guerra.