Questo sito contribuisce alla audience di

Enrico I (re d'Inghilterra)

re d'Inghilterra (Selby, Yorkshire, 1068-presso Gisors 1135). Figlio di Guglielmo il Conquistatore, alla morte del fratello maggiore Guglielmo II (1100) fu eletto re dal Witan (Consiglio degli Anziani). Uomo di grande cultura, emise la Charter of Liberties contro l'interferenza regia nelle questioni feudali; migliorò il sistema giudiziario (Justiciarship); contrastò il potere dei baroni guardando con simpatia alle classi inferiori (istituì le Borough Charters per promuovere lo sviluppo delle città). Affrontò coraggiosamente la questione delle finanze sia riorganizzando il Tesoro sia permettendo il costituirsi di gilde di commercianti. Quanto alla questione religiosa, risolse di cedere al papa il diritto d'investire formalmente i nuovi vescovi ma si conservò il diritto di esigerne l'omaggio feudale. La stessa scelta della persona che doveva ricoprire la carica vescovile rimase al re. Nel 1106 a Tinchebrai sconfisse Robert, duca di Normandia, che era sostenuto dai baroni, e nel 1120, dopo aver sconfitto la Francia di Luigi VI, soffocò la rivolta dei baroni normanni.

Media


Non sono presenti media correlati