Questo sito contribuisce alla audience di

Epifànio da Pavìa

santo, vescovo di Pavia (Pavia 438-496). Successore di Crispino, svolse, insieme con la sua attività pastorale, un'accorta opera di mediazione tra l'elemento locale e i barbari. Difese la città dai soprusi dei barbari di Odoacre e di Teodorico, imponendosi a entrambi per la sua forte e suggestiva personalità. Ambasciatore di Teodorico presso Gundebaldo re di Borgogna, ottenne la liberazione di oltre 6000 prigionieri italici.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti