Questo sito contribuisce alla audience di

Eskişehir (città)

capoluogo della provincia omonima (regione: Anatolia Occidentale, Turchia), 792 m s.m., 56 m s.m., 482.793 ab. (2000).

Posta sul fiume Porsuk. Nodo stradale e ferroviario. Nei pressi, giacimenti di sepiolite (schiuma di mare). Università. § Fondata dai Frigi intorno al 3500 a. C., anticamente era denominata Dorylaeum o Dorylaion. La città attuale si sviluppò intorno a una fortezza bizantina a partire dal sec. XII. Passata agli Ottomani, diventò nel sec. XIX centro di rilevante importanza industriale. § Le architetture più significative della città sono quelle delle moschee Alaaddin (sec. XV) e Kursunlu (sec. XVI). Il Museo archeologico possiede sculture e manufatti di epoca frigia, mentre il Museo della Casa Ottomana illustra l'architettura locale del sec. XIX. § Attivo mercato di prodotti agricoli e zootecnici, è sede di industrie meccaniche, alimentari, tessili e dei materiali da costruzione.