Questo sito contribuisce alla audience di

Esodo, Libro dell'-

libro dell'Antico Testamento. Secondo libro del Pentateuco biblico, il cui titolo si riferisce all'uscita dall'Egitto degli Ebrei, condotti da Mosè verso la Terra promessa. L'Esodo si apre con la descrizione dello stato di schiavitù del popolo ebreo in Egitto e giunge con il suo racconto sino al patto di Dio con il popolo e alla promulgazione della legge divina, concludendosi con lunghe sezioni legali. La data dell'esodo può approssimativamente situarsi tra la fine del sec. XIV e l'inizio del XIII a. C. La composizione del libro, tradizionalmente attribuito a Mosè, è in realtà il risultato di un lungo processo di elaborazione delle antiche fonti comuni all'intero Pentateuco, ovvero delle tradizioni orali e scritte che concorsero a formarle: la redazione finale dell'Esodo – che coincide ovviamente con quella di tutto il Pentateuco – risale verosimilmente ai sec. V-IV a. C.