Questo sito contribuisce alla audience di

Etòlia

(greco Aitōlía; latino Aetolía), regione storica della Grecia, compresa tra il golfo di Patrasso a S e il monte Panaitōlikón a N. Prevalentemente montuosa e attraversata dalle valli dei fiumi Euníos e Acheloos, è coltivata a cereali, tabacco, agrumi e vite; diffuso l'allevamento. Amministrativamente l'Etolia è divisa fra i nomói della Focide e dell'Etolia e Acarnania. § Nella parte occidentale, più pianeggiante e fertile, sorgeva Termos, sede di un santuario di Apollo. Il Paese fu occupato in origine da Greci del NW cui erano frammisti gruppi di Illiri; i due elementi costituirono il popolo degli Etoli, che, per la loro rozzezza e rapacità, per l'aspetto e il dialetto non familiare, sembravano dei semibarbari ai Greci dell'età classica. Tucidide (I, 5 e III, 94) dichiara di non comprenderne il dialetto e attesta che essi vivevano di brigantaggio e di pirateria. La storia della regione si identifica con quella della Lega Etolica.