Questo sito contribuisce alla audience di

Eugènio III

(al secolo Bernardo Paganelli), papa, beato (Pisa ?-Tivoli 1153). Già abate cistercense e discepolo di San Bernardo, succedette a Lucio II nel 1145, ma subito, per l'opposizione del senato, dovette trasferirsi a Viterbo. Lottò contro i moti popolari politico-religiosi suscitati da Arnaldo da Brescia; si occupò della riforma ecclesiastica (condanna degli errori di Gilbert de la Porrée) e promosse, mediante la predicazione di S. Bernardo, la II Crociata (1145). Non si stancò di indire e presiedere sinodi e concili (a Parigi, a Reims, a Treviri, a Cremona) nel tentativo di sedare le rivolte ereticali e di pacificare gli animi. Protesse fra gli altri Pier Lombardo e Graziano. Nel marzo 1153 strinse un patto di reciproca assistenza con Federico Barbarossa.