Questo sito contribuisce alla audience di

Eugènio di Cartàgine

vescovo di Cartagine (m. Albi 505). Fu osteggiato dal re vandalo Unnerico che aveva indetto nel 484 un concilio nell'intento di convertire i cattolici all'arianesimo: Eugenio di Cartagine fece professione di fede cattolica e fu quindi perseguitato. Deportato in Mauritania, fu richiamato in sede nel 487, ottenendo la riapertura delle chiese cattoliche, ma nel 498 Trasamondo lo esiliò ad Albi in Gallia.