Questo sito contribuisce alla audience di

Eusèbio di Vercèlli

santo, vescovo (in Sardegna ca. 283-Vercelli 370 o 371). Iniziata la sua vita ecclesiastica a Roma, fu eletto vescovo a Vercelli per acclamazione (340) e consacrato dal papa San Giulio (345). Promosse tra il clero la pratica della povertà nella vita comune. Come inviato di papa Liberio, concordò con l'imperatore Costanzo la convocazione di un concilio a Milano contro l'arianesimo (355). Fu fatto esiliare dall'imperatore Costanzo, sotto la pressione degli ariani, ma nel 363 tornò a Vercelli. Fu il primo organizzatore della Chiesa subalpina ed è stato considerato martire per le persecuzioni subite. Dal 1961 è il patrono principale del Piemonte. Festa il 16 dicembre.