Questo sito contribuisce alla audience di

Fórchia

comune in provincia di Benevento (28 km), 282 m s.m., 5,42 km², 1116 ab. (forchiani), patrono: san Nicola di Bari (6 dicembre).

Centro posto all'estremità sudoccidentale del piano di Montesarchio (l'antica valle Caudina). Secondo alcuni studiosi il paese sorgerebbe accanto al sito dell'antica Caudium, che diede il nome all'episodio delle Forche caudine (321 a. C.) ricordato nelle guerre sannitiche. Il toponimo riflette il latino furcula (diminutivo di furca, “stretta”, “gola” in senso geografico). Per l'importanza della sua posizione geografica fu sede di un gastaldato longobardo. Fu poi un casale di Arpaia, di cui seguì le vicende storiche. Subì ingenti danni nel terremoto del 1980. Sulla collina accanto al borgo è la chiesetta di Santa Maria in Jugo. § L'agricoltura produce olive, uva da vino, cerali e foraggi. È diffuso l'allevamento bovino. Sono presenti imprese manifatturiere meccaniche.

Media


Non sono presenti media correlati