Questo sito contribuisce alla audience di

FDR

sigla di Fahrt Dynamik Regelund (Regolazione dinamica della traiettoria), sistema elettronico che attua il controllo automatico della stabilità e dell'assetto di un'automobile nel percorrere qualsiasi tipo di strada, anche se procede a velocità sostenuta, permettendole di mantere la più corretta traiettoria. Si tratta di un nuovo sistema che perfeziona le prestazioni del DSC (Dynamic System Control, sistema di controllo dinamico) in quanto utilizza o adotta dispositivi e soluzioni programmate, derivate dalla tecnologia spaziale e aeronautica, per far sì che la vettura mantenga sempre un corretto assetto in ogni condizione di marcia. Una centralina con elevata capacità di memoria (oltre 50 kb) gestisce tutte le informazioni che giungono dai sensori dei sistemi ABS (Anti Blockier System) e ASR (Anti Sleep Regulator), relative al bloccaggio e al pattinamento delle ruote (vedi anche antibloccaggio e antipattinamento), nonché quelle che le provengono da altri sensori in grado di valutare la velocità di rotazione intorno al proprio asse verticale (imbardata) del veicolo, il valore di accelerazione trasversale di questo, e anche il numero di giri di ogni singola ruota; dell'impianto fanno parte, inoltre, un rilevatore elettronico dell'angolo e della velocità di sterzata (posto sul volante) e microaccelerometri (derivati dalla tecnologia aeronautica), che sono inseriti nelle sospensioni delle quattro ruote, i quali, istante per istante sono in grado di registrare sia la velocità di rotazione, sia l'angolazione trasversale di ciascuna di esse rispetto al fondo stradale. Il controllo dell'accelerazione trasversale e dell'imbardata della vettura viene fatto continuamente da un dispositivo derivato da quelli utilizzati sui veicoli spaziali, in pratica una sorta di oscillometro che funziona con una frequenza di 15 000 kc/s (chilocicli al secondo). Durante la marcia, la centralina verifica in continuità che l'assetto della vettura e la traiettoria che essa segue siano conformi a quelli del programma registrato nella sua memoria, il quale è stato elaborato proprio per quel tipo di automobile attraverso numerose prove su diversi percorsi stradali e con più modi di guida; se uno qualsiasi dei parametri sotto controllo differisce da quanto stabilito essa valuta quale sia il tipo di intervento che deve essere effettuato al fine di garantire la stabilità del veicolo; per esempio, nel caso di marcia su terreni sconnessi impartisce ordini ai vari dispositivi delle centraline dell'ABS o dell'ASR perché una o più delle ruote che perdono aderenza venga rallentata o accelerata (operando sul sistema frenante) in misura tale da garantire la sicurezza di marcia. L'FDR si rivela particolarmente utile nei sorpassi e nel percorrere le curve, soprattutto in velocità e su strade con scarsa aderenza. Infatti, esso è in grado di prevedere le conseguenze della manovra che sta effettuando il conducente e quindi se vi è un possibile rischio che la vettura sbandi o vada in sottosterzo o sovrasterzo; in tal caso, il sistema interviene in modo autonomo con impulsi in rapida successione. Utilizzando i dispositivi dell'ABS, agisce sull'impianto frenante di una sola ruota, oppure delle coppie di ruote in diagonale o dello stesso asse generando in tal modo una forza di intensità e verso opposti a quella che sta facendo perdere direzionalità al veicolo e quindi impedisce che questo sbandi; la valutazione dell'assetto della vettura e della traiettoria che questa sta percorrendo è rapidissima, pertanto l'FDR trasmette nello stesso tempo continui segnali al sistema di gestione elettronica del motore. Per esempio, per evitare pericolose situazioni d'instabilità del veicolo, in base alle informazioni che sta ricevendo, può essere opportuno ridurre la coppia motrice agendo sull'anticipo della fasatura del motore, oppure variare l'angolo d'apertura della farfalla dell'acceleratore in modo da adeguare la velocità alle condizioni dinamiche in cui viene a trovarsi la vettura, così che questa mantenga la corretta traiettoria durante tutta la manovra eseguita dal conducente, anche nel caso che questi commetta un errore. Il sistema, inoltre, offre la possibilità di escludere tutte o in parte le sue funzioni quando il pilota voglia attuare una guida “sportiva”. L'FDR viene installato solo sulle automobili con elevate prestazioni, dato il notevole costo di applicazione e di messa a punto dell'impianto, che richiede una programmazione specifica della centralina per ogni tipo di vettura.