Questo sito contribuisce alla audience di

Fahrenkamp, Emil

architetto tedesco (Aquisgrana 1885-Düsseldorf 1966). Compiuti gli studi e la propria formazione al Politecnico di Aquisgrana, insegnò alla Scuola di Arti e Mestieri e all'Accademia d'Arte di Düsseldorf. Con stile eclettico e grande abilità tecnica realizzò nella Germania di Weimar importanti costruzioni, riscuotendo grande successo presso una vasta clientela privata. Fra le sue opere: la casa Otto (1923) ad Aquisgrana, che denuncia la presenza di motivi vagamente neoclassici; la Stadthalle (1926) e la chiesa di S. Maria (1928) a Mühlheim; la Breidenbacher Hof (1927) a Düsseldorf; l'albergo Monopol (1928) a Colonia e la Haus Rechen (1929) a Bochum, edifici ispirati all'architettura razionalista; la Hermann-Goering-Meister Schule (1939) a Kronenburg, fedele ai dettami dell'architettura del nazismo. Meno interessante la sua ultima attività (Grandi Magazzini Karlstadt a Colonia, 1963).