Questo sito contribuisce alla audience di

Falcóne, Anièllo

pittore italiano (Napoli 1600-? 1656). Le sue opere più valide, battaglie e bambocciate (Museo di Capodimonte, Prado, Louvre e Pinacoteca Tosio-Martinengo di Brescia), costituirono un fermento attivo all'interno della fiorente scuola di genere napoletana (Rosa, Micco Spadaro). La sua cultura eclettica lo indusse a superare i limiti un po' angusti della bambocciata alla van Laer e a realizzare composizioni più ampie e complesse, caratterizzate da effetti di saettante luminismo nei primi piani. A un accademismo raffinato e diligente, memore della lezione di Cozza, si rifanno gli affreschi eseguiti a Napoli per la sacrestia del Gesù Nuovo, per la cappella Santagata in S. Paolo Maggiore (1641) e il Riposo dalla fuga in Egitto nella sacrestia del duomo (1641).

Media


Non sono presenti media correlati
. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->