Questo sito contribuisce alla audience di

Faro (distretto del Portogallo)

distretto del Portogallo meridionale, 4995 km², 395.218 ab. (2001), 79 ab./km², capoluogo: Faro. Confini: Beja (N), oceano Atlantico (S, W); Spagna (E).

Il territorio si estende nell'estremità meridionale del Paese, delimitato a N dalla Serra de Monchique e dalla Serra do Algarve che degradano in una piatta cimosa costiera, orlata a E dal litorale sabbioso. Il clima è tipicamente mediterraneo, con influenze tropicali lungo la fascia costiera meridionale. La popolazione ha registrato, a partire dal 1995, un consistente incremento demografico, concentrato particolarmente lungo il litorale meridionale, l'area più urbanizzata del distretto dove si incontrano centri urbani principali: Faro, Portimão e Lagos, collegati fra loro dalla strada regionale a doppia carreggiata e dalla ferrovia; ad Albufeira l'innesto con l'autostrada A2 collega la costa meridionale mediterranea con la capitale. Faro è sede di aeroporto. L'emergenza ambientale principale è costituita dagli incendi che si ripetono regolarmente ogni estate. § L'economia si basa sul settore primario con le produzioni agricole tipicamente mediterranee (agrumi, olive, vino, ortaggi e legumi), integrate dal comparto industriale agroalimentare (Portimão), e tessile (Faro). Il settore terziario si è particolarmente specializzato nel turismo, molto attivo lungo la costa mediterranea, frequentata particolarmente da flussi consistenti di turisti britannici (Albufeira, Lagos, Sagres).