Questo sito contribuisce alla audience di

Fasti

poema di Ovidio sulle feste del calendario romano, scritto dal 3 all'8 d. C. Opera della maturità, erudita ma povera di poesia, rimase interrotta al sesto libro (alla descrizione del mese di giugno) perché Ovidio fu esiliato a Tomi da Augusto.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti