Questo sito contribuisce alla audience di

Febrònio, Giustino

(latino Justinus Febroníus), pseudonimo del vescovo, giurista e teologo tedesco Johann Nikolaus von Hontheim (Treviri 1701-Montquintin, Lussemburgo, 1790). Ebbe una formazione giuridica a Lovanio e fu vescovo ausiliario e vicario generale di Treviri (1748). Affermò la necessità di restituire ai vescovi e ai concili la loro antica prerogativa del potere pieno e universale di giurisdizione, riservando al papato solo una preminenza di onore e di controllo disciplinare e dottrinale. La tesi di Febronio, espressa nel De statu ecclesiae (1763), fu condannata da Clemente XIII (1764), ma fu continuata dai suoi seguaci, specialmente in Germania, sotto il nome di febronianesimo. Lasciò una monumentale Historia Trevirensis diplomatica et pragmatica (1750).