Questo sito contribuisce alla audience di

Ferdinando I (imperatore)

d'Asburgo, imperatore (Alcalá de Henares 1503-Vienna 1564). Fratello minore dell'imperatore Carlo V, che nel 1521 gli cedette le terre ereditarie asburgiche (in cambio della rinuncia allo smembramento dei Paesi Bassi) e, nel 1531, il titolo di re dei Romani. Dopo una lunga collaborazione col fratello, in seguito all'abdicazione di Carlo ebbe nel 1558 il titolo imperiale. Educato in Spagna dal nonno Ferdinando II il Cattolico, sposò (1521) Anna Iagellona e pose la sua candidatura al trono di Ungheria e di Boemia che ebbe, almeno formalmente, alla morte del cognato, re Luigi II (1526). Pur lottando contro la diffusione della Riforma, si adoperò sin dal 1531 per una soluzione pacifica, elaborando, anche per conto di Carlo V, la Pace di Augusta (1555). Pazienza e tempismo politico gli permisero di consolidare il potere nell'Est: concesse alcune libertà all'Ungheria stremata dopo la sconfitta subita dai Turchi a Mohács (1526). Con i Turchi stipulò nel 1547 un patto; in Boemia sottomise gli avversari dopo la guerra di Smalcalda (1547), ma usò una prudente tolleranza religiosa. Con gli ordinamenti del 1527 varò una decisiva riforma amministrativa, che diede l'avvio alla trasformazione dell'Austria in Stato moderno, centralizzato ed efficiente.

Bibliografia

P. Rassow, Die politische Welt Karls V, Monaco, 1947; T. Simànyi, Ferdinando I d'Asburgo, Gorizia, 1988.

Media

Ferdinando I