Questo sito contribuisce alla audience di

Ferentino

Guarda l'indice

comune in provincia di Frosinone (11 km), 395 m s.m., 80,52 km², 20.103 ab. (ferentinati o ferentinesi), patrono: sant’ Ambrogio martire (1° maggio).

Generalità

Cittadina situata su un rilievo alla sinistra del fiume Sacco, in posizione dominante la valle Latina. Lo sviluppo urbanistico romano (sec. II-I a. C.) e quello medievale (con l'insediamento del potere religioso sull'Acropoli) si compirono all'interno delle antiche mura, seguendo l'impianto viario tracciato dagli Ernici. L'espansione moderna, con abitazioni e insediamenti industriali, ha riguardato soprattutto l'asse stradale che collega il centro a Frosinone.

Storia

Sede degli Ernici, in seguito fu occupata dai Volsci e quindi dai Romani (413 a. C.). Alla fine dell'età repubblicana divenne municipio; a partire dal sec. IV fu sede vescovile e alla fine del sec. V diocesi. Dopo il Mille si sviluppò in comune, che passò e rimase a lungo sotto il potere temporale della Chiesa.

Arte

Importanti i resti della triplice cinta muraria ernica, rimaneggiata in età romana e medievale, fra i quali si distinguono la porta Sanguinaria e la porta Maggiore (o di Casamari). Il mercato romano coperto, di età repubblicana, con l'acropoli, strutturata su imponenti costruzioni a volta, costituisce un esempio singolare di rapporto fra architettura e territorio. Il palazzo di Innocenzo III e il palazzo dei Cavalieri Gaudenti risalgono al Medioevo. Il duomo è dedicato ai santi Giovanni e Paolo (sec. IX, con rifacimenti del sec. XI e trasformazioni seicentesche); suddiviso in tre navate, custodisce opere cosmatesche come il celebre pavimento, gli altari, un candelabro decorato a mosaico e un ciborio duecentesco di Drudo da Trivio, inoltre conserva dipinti cinquecenteschi e una tela attribuita al Cavalier d'Arpino. Di forme cistercensi è la chiesa di Santa Maria Maggiore (1150), con facciata adorna di portale, rosone e cornici e, all'interno, un affresco duecentesco.

Economia

All'agricoltura, che produce cereali, ortaggi, frutta, tabacco e olive, si affianca l'industria, attiva nei settori chimico, tessile, vetrario, cartario, alimentare, dei materiali da costruzione, della lavorazione del tabacco, del legno, della pelle, della plastica e dell'abbigliamento; sviluppato l'artigianato del rame.

Curiosità

Numerose manifestazioni, quali l'Infiorata del Corpus Domini e il Corteo Storico, oltre che i percorsi archeologici, alimentano il flusso turistico.Vi nacque il patriota italiano Giuseppe Morosini (1913-44), cappellano militare.

Media


Non sono presenti media correlati