Questo sito contribuisce alla audience di

Ferilli, Sabrina

attrice italiana (Fiano Romano, Roma, 1964). Dopo aver studiato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, inizia la sua carriera ottenendo una piccola parte in Caramelle da uno sconosciuto (1986) di Franco Ferrini. Presto conquista ruoli sempre più impegnativi: dal grottesco Diario di un vizio (1991), diretto da M. Ferreri, a La bella vita (1993), del livornese P. Virzì, regista con il quale torna a lavorare in Ferie di agosto (1996). Alla carriera cinematografica, la Ferilli accompagna l'impegno teatrale, interpretando alcune delle più famose commedie musicali di Garinei e Giovannini. Nel 1998, con l'interpretazione di Tu ridi dei fratelli Taviani e di Il signor Quindicipalle (1998) di F. Nuti, si impone definitivamente al grande pubblico e alla critica. Del 2000 sono Le giraffe, di Claudio Bonivento che già l'aveva diretta nella fortunata serie televisiva Commesse e A ruota libera, commedia del regista napoletano Vincenzo Salemme. Nel 2002, dopo la partecipazione al programma televisivo la Bella e la Besthia, con L. Dalla, ha interpretato, sempre per la tv, Cuore di donna, di Franco Bernini, Lucia, Dalida (2005), La provinciale (2006) e Due imbroglioni…e mezzo! (2007). In seguito è tornata al cinema recitando in L'acqua... il fuoco (2003) di L. Emmer, Eccezzziunale veramente - Capitolo secondo... Me (2005) di C. Vanzina, Natale a New York (2006) di Neri Parenti e Tutta la vita davanti (2008), un film che cerca di analizzare in chiave comica il precariato del mondo lavoro. Nel 2013 recita in La grande bellezza di Sorrentino.

Media


Non sono presenti media correlati