Questo sito contribuisce alla audience di

Ferrari d'Agrate

famiglia italiana di scalpellini, scultori e architetti, attivi nei sec. XV e XVI. Il capostipite fu Antonio, attivo a Parma sul finire del Quattrocento, nella chiesa del S. Sepolcro. I suoi figli Gian Francesco (1489-1563) e Marco (m. 1571) lavorarono insieme alla decorazione della chiesa di S. Maria della Steccata a Parma (1520-24), il primo intervenendo anche in modeste parti architettoniche. Marco, attivo anche alla Certosa di Pavia, è autore del celebre S. Bartolomeo del duomo di Milano (1541), detto popolarmente “lo scorticato”, opera di indubbio virtuosismo manieristico.