Questo sito contribuisce alla audience di

Ferrater, Gabriel

poeta spagnolo di espressione catalana (Reus 1922-Sant Cugat 1972). Docente universitario, di formazione profondamente umanistica e moderna, negli anni Sessanta, particolarmente difficili per la cultura catalana, si affermò poeta di voce limpida e serena in Les dones y els dies (1968; Le donne e i giorni), che riuniva tre libretti precedenti scritti tra il 1960 e il 1966, e che fu un libro capitale nella storia della poesia catalana del dopoguerra. Ma che sotto quella serenità e quell'umiltà quasi realistica del discorso si celasse una sensibilità complessa e tormentata fu dimostrato poco dopo dal suicidio del poeta e confermato dalla pubblicazione, nel 1986, di Papers, cartes, paraules (Carte, lettere, parole). Questi scritti, amorosamente raccolti dal fratello Joan (anch'egli letterato squisito), dimostrano pienamente, con molti testi inediti o poco noti, il ruolo fondamentale avuto da Ferrater come continuatore della migliore tradizione e come maestro e guida della rinascita degli anni Ottanta.