Questo sito contribuisce alla audience di

Ferreira de Vasconcelos, Jorge

narratore e drammaturgo portoghese (Lisbona ca. 1515-1585). Di famiglia originaria di Montemor-o-Velho, Ferreira de Vasconcelos visse alla corte dei duchi di Aveiro. Ci sono pervenute di lui tre commedie: Eufrósina (ca. 1542), sul modello della Celestina di Fernando de Rojas, Ulippo, proibita dall'Inquisizione nel 1555, e Aulegrafia, espressioni di una profonda rottura con i canoni tradizionali della commedia, e capostipiti di una nuova forma di genere narrativo, caratterizzata dalla particolare importanza assunta dal dialogo. Altre opere sono andate perdute. È rimasto però di Ferreira de Vasconcelos un capolavoro: il Memorial das Proezas da Segunda Tavola Redonda (1567), opera dai chiari intenti pedagogici, destinata all'educazione dei principi e incentrata sulle avventure di re Sagramor, immaginario successore di Artù.

Media


Non sono presenti media correlati