Questo sito contribuisce alla audience di

Feyerabend, Paul K.

filosofo della scienza di origine austriaca (Vienna 1924-Zurigo 1994). Dopo aver studiato all'Università di Vienna, Feyerabend si è trasferito in Inghilterra dove è entrato in contatto con il maggior epistemologo contemporaneo, Karl Popper. Giunto negli Stati Uniti ha intrapreso la carriera accademica, insegnando filosofia all'Università di Berkeley in California. In Contro il metodo (1970), l'opera che più ha fatto discutere, Feyerabend stende un “Abbozzo per una teoria anarchica della conoscenza”, che prende le distanze dal neopositivismo di Carnap ma anche dal razionalismo critico di Popper. Feyerabend ha sviluppato un pensiero fortemente originale, a tratti paradossale e sempre ispirato a una libera ricerca: un anarchismo metodologico che tende a liberare la scienza da ogni vincolo e da ogni fittizia autorità per vederla come elaborato umano, sistema di conoscenze che non solo nasce nel mondo degli uomini, ma vive delle sue relazioni sotto il segno della sua precarietà. Fra le opere principali: La scienza in una società libera (1978), La scienza come arte (1981), Dialogo sul metodo (1989), Arte e scienza (1989), Dialoghi sulla conoscenza (1991), Ambiguità e armonia: lezioni trentine (1996; pubblicate postume).

Collegamenti