Questo sito contribuisce alla audience di

Fiavè

comune in provincia di Trento (36 km), 669 m s.m., 24,27 km², 1029 ab. (fiaveggiani), patrono: santi Fabiano e Sebastiano (20 gennaio).

Centro delle valli Giudicarie, sull'altopiano di Lomaso. Stazione palafitticola dell'Età del Bronzo, seguì le vicende delle Sette Pievi.§ La chiesa di San Zeno ha un antico campanile a bifore, separato dal corpo centrale dell'edificio; da segnalare la chiesa dei Santi Fabiano e Sebastiano e quella di San Rocco. Degni di nota sono il palazzo Levii e quello già dei conti d'Arco.§ L'agricoltura produce patate e foraggi; molto praticato l'allevamento bovino e quello delle trote. L'industria opera nei settori lattiero-caseario e della lavorazione del legno. In espansione il turismo naturalistico ed escursionistico, per la crescente valorizzazione del parco archeologico (area protetta della torbiera, che conserva resti di palafitte). Nel 2011 l'UNESCO ha riconosciuto le palafitte alpine sito naturale patrimonio dell'umanità.

Media


Non sono presenti media correlati