Questo sito contribuisce alla audience di

Filìppico

imperatore bizantino (sec. VIII). Ufficiale armeno di nome Vardan (Bardane), esiliato in Crimea dall'imperatore Tiberio III, si ribellò a Giustiniano II a Cherson, fu proclamato imperatore (711) e, raggiunta Costantinopoli, vi si insediò e mandò a morte Giustiniano II. Aderente all'eresia monotelita e sotto alcuni aspetti precursore dell'iconoclastia, venne a conflitto col papa e provocò forti opposizioni nell'impero. Durante il suo breve regno, i Bulgari devastarono i dintorni di Costantinopoli e gli Arabi si spinsero sino al Mar Nero (Amasea). Fu deposto (713) e accecato da truppe ammutinate.

Media


Non sono presenti media correlati